7 regole d’oro per non prendere (troppo) peso nelle feste natalizie

Se è vero che Natale arriva una sola volta all’anno e va onorato senza troppi sensi di colpa e rinunce, è altrettanto vero che qualche accortezza è necessaria per arrivare indenni all’Epifania. La soluzione per non ingrassare nelle feste natalizie? Mangiare con intelligenza..

A Natale non festeggiare è impossibile, ma come fare per non ingrassare?

Inutile illudersi: non è pensabile trascorrere il Natale, e tutto il tour de force enogastronomico ad esso connesso, stando a dieta o limitando le calorie. Tra brindisi e cene prenatalizie con colleghi e amici per scambiarsi gli auguri, cenone della Vigilia, pranzo di Natale e Santo Stefano, veglione per l’ultimo dell’anno, seguito a poche ore di distanza dal pranzo di Capodanno e a pochi giorni dall’Epifania, le calorie che si assumono sotto l’albero sono a dir poco smisurate.
Meglio allora prenderla con filosofia, godendosi le feste, assaporando fino in fondo ogni piatto e cercando di limitare i danni con qualche regola di buon senso. Per non ripartire col nuovo anno già in salita e decisamente appesantiti. La parola d’ordine è mangiare con intelligenza, come ci spiega la dottoressa Ornella D’Alessio, biologa nutrizionista.

I consigli della nutrizionista per sopravvivere alle abbuffate natalizie

1. No al digiuno preventivo

I momenti più “pericolosi” per la linea sono i pranzi e le cene di lavoro e con gli amici che precedono il Natale. Durante questi giorni cerca di non saltare pranzi e spuntini con l’idea che tanto ti abbufferai a cena. In questo modo arriverai a tavola meno affamato e riuscirai a gestire al meglio le porzioni.

2. Leggeri, quando è possibile

In vista delle cene più impegnative, a pranzo e nei giorni liberi scegli un’insalatona con tonno o salmone, un prosciutto crudo magro o bresaola, fesa di pollo o tacchino, frutta e verdura di stagione.

3. Mangia lentamente

Spesso continuiamo a mettere cibo in bocca solo per il piacere di condividere la tavola insieme agli altri. Se si mangia lentamente, il piatto si svuoterà con altrettanta lentezza. In questo modo non si sarà “costretti” a fare il bis solo per il gusto della compagnia!

4. Fai una pausa tra un giorno e l’altro

Non serve consumare tutti gli avanzi del pranzo di Natale proprio il giorno successivo: prenditi 24 ore di tregua – in cui mangerai “light” – e bevi molta acqua: aiuta ad aumentare il senso di sazietà e riduce la voglia di alcolici e bevande zuccherate.

5. Nascondi le tentazioni

Evita di spiluccare panettoni e pandori (ma anche torroncini e cioccolatini) rimasti in giro per casa: ogni pezzettino è un carico calorico non indifferente che si aggiunge a quello delle porzioni di dolce che sicuramente avrai già consumato a fine pasto!

6. Limita gli alcolici

Brindisi a parte, cerca di non esagerare con altri alcolici, che sono molto calorici.

7. Brucia le calorie

Tra un pranzo e una cena, una tombola e due chiacchiere, trova un momento per fare un po’ di movimento e smaltire le calorie in eccesso: basta una passeggiata a piedi a passo veloce per un’ora circa o un giro in bicicletta.