Ambassadors stories: "più di quello che vedi"

Vivere Leonardo Assicurazioni: il bello dentro l'azienda

Dal lavoro di squadra al supporto dei colleghi, dalla formazione al sentirsi parte di un gruppo, fino all’innovazione continua che investe ogni ambito della vita in azienda, sono molteplici gli aspetti che contraddistinguono una realtà come Leonardo Assicurazioni. Un’azienda che si è evoluta molto negli ultimi anni, rivoluzionando letteralmente il concetto di consulenza nel settore assicurativo, introducendo nuove figure professionali e nuovi servizi, dando vita a molteplici iniziative pensate per fare gruppo, trasformando la sede principale in uno spazio sperimentale dove far vivere, a clienti e collaboratori, un’esperienza unica. Un cambiamento che è stato vissuto in prima persona da chi ogni giorno lavora in Leonardo Assicurazioni, non solo da quanti sono in azienda da tanti anni ma anche dai collaboratori arrivati da poco, che ne hanno subito colto l’estrema originalità. Ce lo testimoniano loro stessi raccontandoci la loro esperienza personale.

Un’evoluzione “ambiziosa”

“Fin dall’inizio la nostra mission è stata quella di far sentire i clienti a proprio agio, come parte integrante di una unica grande famiglia e il mio lavoro, come segreteria commerciale, quello di aiutarli, rendendo il servizio più agevole, più rapido e risolvendo eventuali criticità” racconta Giulia Spagnuolo, Ufficio Contabilità di ramo, in azienda dal febbraio 2005. “Oggi l’obiettivo è rimasto sempre lo stesso, ma lo facciamo in modo più innovativo e “ambizioso”, con un approccio che si è evoluto nel tempo, adeguandosi all’evoluzione della società, del mercato, della clientela stessa. E questo mi entusiasma molto. Tutti i progetti che oggi sono in essere all’interno dell’azienda, infatti, non hanno portato benefici solo a noi dipendenti e collaboratori, ma anche al cliente che, anche solo entrando in Spazio Lonardo, non può non notare la differenza rispetto a tutte le altre realtà assicurative. Per questo a chi inizia oggi a lavorare in azienda consiglio di approfittare di tutte le opportunità di formazione e aggiornamento, tecnico in primis ma anche su altre competenze, che Leonardo Assicurazioni mette a disposizione e che aiutano anche a formare un gruppo coeso, una sorta di community in cui è più piacevole lavorare – perché, al di là della gerarchia, si lavora in gruppo, mai da soli – dove ci si dà una mano, da un punto di vista professionale ma anche umano, e che è stata di fondamentale importanza ad esempio per superare il periodo di difficoltà che abbiamo passato durante la pandemia”.

Il cambiamento continuo? Uno stimolo molto positivo

Anche Sabrina Colaci, Assistant, ufficio emissione danni, in azienda dal 2010, ha avuto modo di vivere di persona la grande evoluzione di Leonardo Assicurazioni e di coglierne tutti gli aspetti positivi: “Ho avuto la grandissima fortuna di avere iniziato il mio percorso in azienda molto giovane e di essere stata formata da un team di persone senior che mi hanno letteralmente insegnato il mestiere. Negli anni sono cresciuta professionalmente e ho cambiato diversi ruoli, ma ancor oggi so che, se avessi bisogno, posso rivolgermi a colleghi e responsabili senza alcun problema. L’azienda in questi anni è sicuramente cambiata tanto, il digitale è stata una vera rivoluzione, il metodo di lavoro oggi è diverso e innovativo, tanto da essere diventati un punto di riferimento e di sperimentazione per le altre realtà. Credo che il cambiamento sia fondamentale e necessario nel nostro lavoro come stimolo e per crescere. Questa azienda è sempre una sorpresa, l’ambiente è molto dinamico e vedo una volontà sempre più marcata di coinvolgere tutte le risorse, di qualsiasi ruolo o sede, nelle iniziative aziendali e in Spazio Leonardo, che rappresenta in concreto la nostra filosofia”.

L’importanza del lavoro in team

Federica Barrica, oggi Educatore Finanziario, è entrata in azienda qualche anno dopo, nel 2014 appena diplomata, ma le sensazioni sono le stesse delle sue colleghe senior: “Ho risposto all’annuncio di Leonardo Assicurazioni, perché, in quel momento, mi sembrava la realtà più sfidante: avevo, infatti, molta voglia di mettermi in gioco e un lavoro commerciale, per me che, ai tempi ero davvero chiusa e timida, sembrava una bella opportunità. All’inizio è stato molto faticoso rapportarmi con i clienti, sia al telefono che di persona, ma ho avuto la fortuna di avere a fianco delle persone che mi hanno insegnato il lavoro sotto tutti i punti di vista: dalle informazioni tecniche al metodo di lavoro, a come relazionarmi con gli altri, come capire chi avevo davanti, come lavorare in squadra, a vedere le situazioni con oggettività, avendo loro una visione più a lungo termine e completa del lavoro, a superare le prime difficoltà. E così è uscita la mia vera indole di persona estremamente determinata e organizzata. Il mio team è diventato ’ una seconda famiglia e se non avessi fatto il percorso precedente oggi non potrei ricoprire questo ruolo. Credo sia proprio questo uno dei grandi plus dell’azienda: poter iniziare a crescere fin da subito, contando sicuramente sulle proprie capacità personali ma avendo sempre un affiancatore vicino. Ho avuto dei “maestri” così bravi che alla fine ho cominciato ad entusiasmarmi proprio per quella parte di lavoro più motivazionale, emozionale, di formazione e a quel punto la mia ambizione è diventata quella di diventare io stessa un punto di riferimento per i colleghi junior, come lo erano state altre persone, prima, per me. Formare giovani che sapessero lavorare bene e che avessero come obiettivo non solo la crescita economica ma anche quella individuale, in linea con gli obiettivi di evoluzione dell’azienda. Quello che mi ha spinto ad accettare la proposta di Educatore Finanziario è stato proprio l’idea di avere un ruolo socialmente utile, non solo in azienda ma anche all’esterno, aiutando le persone a cambiare le loro vite. E questo lo puoi fare solo quando conosci bene una persona, non solo come “numeri” (reddito, patrimonio…) ma anche come desideri e obiettivi di vita, suoi e della sua famiglia. Oggi sto facendo un percorso di grande soddisfazione e sono convinta che il servizio di Educazione Finanziaria andrà ulteriormente sviluppato con la formazione e la crescita di altre risorse e di una struttura ancora più articolata. Perché oggi sta davvero cambiando la mentalità, le persone stanno cominciando a comprendere l’importanza di pianificare il proprio futuro per raggiungere il benessere e questa azienda ha tutte le potenzialità per crescere in questo percorso”.

Essere parte di un gruppo

Concorde sull’importanza della collaborazione e del lavoro in team, anche Elena Ferrari, oggi Ufficio gare e grandi clienti, in azienda dal 2005: “Negli anni ho potuto assistere a una vera e propria evoluzione dell’azienda, che è cresciuta, è cambiata, e io con lei. Ho avuto l’opportunità di ricoprire, infatti, ruoli diversi, imparando sempre nuovi aspetti di questo lavoro. La segreteria è un ottimo punto di partenza per imparare il lavoro e la gestione di clienti e commerciali. Oggi sicuramente le mie responsabilità sono aumentate, mi interfaccio con realtà molto grandi, istituzionali, e sento di dare un contributo importante all’azienda. Ho avuto la fortuna di avere sempre accanto persone estremante preparate, che mi hanno trasmesso informazioni e competenze: ovviamente poi il lavoro lo costruisci in autonomia, in base alle tue capacità e conoscenze, ma il supporto e la collaborazione di chi ha già un’esperienza è fondamentale. Aiuta a sentirsi parte di un gruppo, di una realtà compatta, a non sentirsi mai soli. Sapere di far parte di un qualcosa di più grande è uno stimolo a proseguire e a dare il tuo personale contributo alla crescita del gruppo. Anche se oggi siamo divisi su più sedi, c’è sempre l’occasione per un confronto e per relazionarsi con gli altri, anche grazie alle tante iniziative finalizzate a unire le persone – il progetto Ambassador va proprio in questa direzione. Il mondo sta cambiando e il nostro lavoro e l’azienda con lui. Oggi, rispetto a un tempo, ci sono molte più opportunità e strumenti, anche tecnologici, per soddisfare i bisogni dei clienti. Basti pensare a Spazio Leonardo o all’utilizzo di Teams, che ci consente di metterci in contatto in modo molto più veloce e immediato. Sono convinta che, nel momento in cui si fa bene il proprio lavoro, i risultati arrivano, l’azienda cresce e si viene ripagati di tutti gli sforzi, con grande soddisfazione personale. E anche lo stress, che fa parte di ogni lavoro, può diventare quella giusta dose di adrenalina che ti spinge a fare sempre meglio”.

La motivazione come leva di crescita

E di giuste motivazioni parla anche Michele Casagrande, Consulente Senior del Progetto Finanza e Benessere, in azienda da un anno: “Leonardo Assicurazioni è una bellissima scuola, dove si impara davvero un lavoro, che non si limita solo alla vendita in sé di un prodotto o di un servizio, ma che va ben oltre e comprende l’imparare a gestire la relazione con il cliente, a conoscerne i bisogni, le necessità, i sogni e a trovare la soluzione e le risposte migliori per soddisfarle. Leonardo Assicurazioni ha saputo rendere contemporaneo e attuale il mondo assicurativo, facendo una consulenza innovativa e diversa dalle altre realtà. Io credo che oggi, in questa veloce evoluzione della nostra figura professionale, la sfida principale sia tutta incentrata sulla persona: ossia nella nostra capacità di creare e mantenere l’empatia con il nostro interlocutore, di rispondere a un bisogno e di diventare, per il cliente, un punto di riferimento, riuscendo a dargli serenità, sicurezza, tranquillità. Per chi entra oggi in azienda, il mio consiglio è quello di essere molto proattivi e cogliere tutte le opportunità che questa realtà può dare per crescere professionalmente, con l’umiltà e la disponibilità ad accettare di re-imparare un metodo di lavoro da zero, rimboccandosi le maniche e dandosi degli obiettivi: solo capendo veramente quello che si vuole si ha, infatti, la motivazione giusta per lavorare bene e raggiungere i risultati prefissati”.

L'autore

FRANCESCA PAVESI
Nata e cresciuta a Milano, laureata in lettere moderne, giornalista pubblicista dal 2003, si è sempre occupata di comunicazione e oggi lo fa da libera professionista, conciliando famiglia e lavoro. Da allora le sue giornate trascorrono con il computer e il registratore sempre accesi, scrivendo e intervistando per diversi quotidiani e periodici nazionali. Dal 2016 segue l’ufficio stampa e la comunicazione di Leonardo Assicurazioni.